Logo Mobile CollezionareTutto.itVersione Desktop
Musei Vaticani
Condividi questa pagina su:



Condividi su Facebook Seguici su Twitter
 
Recensione sito
Primo nucleo dei Musei Vaticani fu la raccolta di sculture formata da Giulio II (1503-1513) ed esposta nel cosiddetto "Cortile delle Statue ", oggi Cortile Ottagono. I papi furono tra i primi sovrani che misero a disposizione della cultura e del pubblico le raccolte d'arte del loro palazzo. Nella loro forma di raccolte artistiche ordinate in appositi edifici accessibili al pubblico, i Musei e le Gallerie Pontificie hanno origine da Clemente XIV (1769-1774) e Pio VI (1775-1799) e perci˛ la parte allestita sotto questi due papi prese il nome di Museo Pio-Clementino. Pio VII (1800-1823) ampli˛ notevolmente le raccolte di AntichitÓ Classiche, aggiungendovi il Museo Chiaramonti e il Braccio Nuovo e arricchý notevolmente la Raccolta Epigrafica ospitata nella Galleria Lapidaria. Gregorio XVI (1831-1846) fond˛ il Museo Etrusco (1837) con i reperti provenienti dagli scavi dell'Etruria meridionale eseguiti dal 1828 in poi, il Museo Egizio (1839) con i monumenti egiziani provenienti da esplorazioni fatte in Egitto e con quelli che si trovavano giÓ in Vaticano e nel Museo Capitolino, il Museo Profano Lateranense (1844), con statue, bassorilievi, mosaici di etÓ romana che non potevano trovar posto nei Palazzi Vaticani. Al Museo Profano Lateranense, Pio IX (1846-1878) aggiunse nel 1854 il Museo Cristiano, comprendente sculture cristiane antiche, specialmente sarcofagi, e iscrizioni. Sotto il pontificato di San Pio X (1903-1914), nel 1910, venne aggiunto il Lapidario Ebraico: una sezione contenente 137 iscrizioni di antichi cimiteri ebraici di Roma, in gran parte del cimitero sulla via Portuense, donate dai proprietari del fondo, marchesi Pellegrini-Quarantotti. Fanno parte inoltre dei Musei: la Galleria degli Arazzi; la Galleria delle Carte Geografiche; le sale Sobieski e dell'Immacolata Concezione; le Stanze e la loggia di Raffaello; la Cappella del Beato Angelico; l'Appartamento Borgia; la Pinacoteca Vaticana; il Museo Missionario-Etnologico.

Categorie di appartenenza del sito